AP è un centro di apprendimento in cui psicologi dello sviluppo e dell’educazione progettano e attuano interventi intensivi basati sulla scienza del comportamento applicata (A.B.A.) e sulla più recente ricerca di matrice cognitivo-comportamentale.

Chi siamo

Ad AP ogni bambino/ragazzo intraprende un percorso di apprendimento individualizzato in base ai propri bisogni e alle proprie difficoltà, emersi durante la fase di valutazione iniziale.
La mission di AP consiste nel dare la possibilità ad ogni bambino e ragazzo con Bisogni Educativi Speciali di ricevere trattamenti che si basano sulle più recenti ricerche scientifiche in ambito psico-educativo. Per valutare e verificare che le tecnologie educative siano efficaci ed efficienti, i professionisti di AP raccolgono dati sull’insegnamento e prendono decisioni educative basate sull’evidenza scientifica. Il centro AP è dotato di specchi unidirezionali che permettono così a famiglie e professionisti di osservare ogni lezione di insegnamento.
Il centro AP, aderente all’incubatore Tice, riceverà supervisione scientifica ed educativa in vivo dall’equipe di ricercatori del centro di apprendimento e ricerca Tice, che collabora con Università italiane e straniere.

Responsabile area disabilità e futuro
Dott.re Lucio Romano, Psicologo,
Master ABA di II lvl, Università degli studi di Parma.
Tel. +39 328 8725665
Email l.romano@centroap-palermo.it

Responsabile area scolastica ed emotiva
Dott.ssa Maria Cristina Gugliandolo, Psicologa, dottore di ricerca,
Master ABA di II livello, in corso scuola di specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale.
Tel. +39 342 7164911
Email m.gugliandolo@centroap-palermo.it

DSA: Scuola

A chi è rivolto?
Studenti dai 6 ai 18 anni con difficoltà scolastiche
e disturbi dell’apprendimento.
Cosa facciamo?
Supporto extrascolastico, potenziamento di abilità
strumentali, utilizzo di strumenti compensativi.
Quali obiettivi?
Aumento della motivazione scolastica e
dell’autonomia; aumento dell’autostima
e dell’autoefficacia; miglioramento delle
competenze relazionali, sociali e comunicative.

Emozioni: Consulenze

A chi è rivolto?
Ragazzi dai 13 ai 25 anni..
Cosa facciamo?
Colloqui e percorsi di consulenza individualizzati,
training dell’assertività.
Quali obiettivi?
Sostenere le potenzialità individuali, favorire
atteggiamenti propositivi, migliorare le
competenze emotive e sociali, aumentare
l’autostima, migliorare la qualità della vita
personale.

Disabilità: Scuola primaria e dell’infanzia

A chi è rivolto?
Bambini dai 2 agli 11 anni con sindrome dello
spettro autistico, disordini dello sviluppo, sindromi
genetiche, difficoltà emotive e comportamentali.
Cosa facciamo?
Sviluppo di percorsi educativi individualizzati mediante l’utilizzo di tecnologie educative evidence based. Raccolta sistematica dei dati per monitorare gli apprendimenti e per prendere decisioni educative basate sull’evidenza. Gestione dei comportamenti problema.
Quali obiettivi?
Aumento delle competenze motorie,
comunicative, attentive e relazionali; incremento
capacità di ascolto e produzione verbale; sviluppo
delle autonomie di base, diminuzione dei
comportamenti problema.

Disabilità: Integrazione

A chi è rivolto?
Adolescenti dagli 11 ai 18 anni con sindrome dello
spettro autistico, disordini dello sviluppo, sindromi
genetiche, difficoltà emotive e comportamentali.
Cosa facciamo?
Riabilitazione e generalizzazione di abilità attraverso lo sviluppo di percorsi educativi individualizzati mediante l’utilizzo di tecnologie educative evidence based. Raccolta sistematica dei dati per monitorare gli apprendimenti e per prendere decisioni educative basate sull’evidenza. Gestione dei comportamenti problema.
Quali obiettivi?
Sviluppo delle autonomie integrative; aumento
delle competenze motorie,comunicative, attentive
e relazionali; diminuzione dei comportamenti
problema.

Riabilitazione: Futuro

A chi è rivolto?
Ragazzi/giovani adulti dai 16 ai 30 anni con
sindrome dello spettro autistico, disordini dello
sviluppo, sindromi genetiche, disabilità psicofisiche.
Cosa facciamo?
Percorsi individualizzati di abilità integrative e
sociali: autonomia bus, attività
domestiche, utilizzo social. Educazione affettiva.
Quali obiettivi?
Acquisizione e potenziamento autonomie di
base e integrative. Aumento delle competenze
comunicative e relazionali; incremento delle
capacità di ascolto e produzione verbale;
diminuzione dei comportamenti problema.